VISUALIZZA PER STAMPA

05.07.2011 Al via l’attività chirurgica nel nuovo Blocco Operatorio di Desenzano

E' stata avviata ieri l'attività operatoria presso il nuovo Blocco Operatorio dell'Ospedale di Desenzano dopo l'esito positivo delle necessarie verifiche effettuate dai Vigili del Fuoco e dall'ASL di Brescia.



Il primo intervento è stato eseguito dal Dr. Marco Braga, Responsabile dell'Unità Operativa di Chirurgia Generale, che ha eseguito un intervento in videolaparoscopia per un'importante patologia intestinale.

"L'intervento che abbiamo eseguito - dichiara il Dr. Marco Braga - è durato quattro ore ed è perfettamente riuscito grazie anche all'ausilio dei sistemi innovativi e all'avanguardia di cui sono dotate le sale operatorie. Opereremo ancora mercoledì mentre la giornata di oggi, martedì, è riservata ai colleghi dell'Ortopedia".

La Chirurgia di Desenzano ha eseguito complessivamente, negli ultimi 18 mesi, 2.031 interventi comprendenti 73 interventi per chirurgia oncologica maggiore, su colon, retto, stomaco e pancreas, 32 dei quali sono stati eseguiti in laparoscopia.

La tecnica laparoscopica viene utilizzata anche per interventi su altri organi quali ad esempio colecisti, appendice, milza e nella chirurgia dell'obesità e consente di operare attraverso piccole incisioni di 5-10 mm con la massima affidabilità e sicurezza, offre numerosi vantaggi per il paziente che si riprende più velocemente, avverte meno dolore e corre minori rischi di infezioni, laparoceli e aderenze post operatorie, oltre ad aver un miglior impatto estetico.

E proprio per gli interventi in laparoscopia il nuovo Comparto Operatorio, costituito da tre nuove sale dotate di sala risveglio, offre apparecchiature estremamente moderne che consentono l'elaborazione e l'acquisizione di immagini con una visione ad alta definizione del campo operatorio. Grazie alle integrazioni effettuate con altri sistemi già presenti in Azienda, è possibile visionare direttamente, in sala operatoria, le immagini radiografiche e la cartella clinica informatizzata del paziente. Il sistema permette anche la trasmissione di un flusso continuo di immagini operatorie (streaming) e del commento sonoro dei chirurghi estremamente utili per attività didattiche e per teleconsulti con una qualunque sede sia all'interno che all'esterno delle strutture aziendali come esempio in caso di congressi scientifici, nella totale garanzia e rispetto della privacy del paziente.

Inoltre all'interno del Blocco Operatorio è presente un nuovo tavolo operatorio che permette maggior libertà nel posizionamento del paziente in particolar modo negli interventi uroginecologici. A completare la dotazione di apparecchiature biomediche sono presenti 6 monitor multiparametrici per la zona risveglio, una nuova macchina per l'anestesia, sospensioni pensili e lampade scialitiche a led.

"Ora che è partita l'attività delle nuove sale operatorie - sottolinea il Direttore Generale Dott. Fabio Russo - è mia intenzione attivarmi per il reperimento dei finanziamenti necessari per la completa ristrutturazione delle cinque sale del vecchio comparto operatorio e avviare i lavori al più presto ".